Credito di imposta per caro gasolio, ecco come fare per presentare la domanda

0

E’ stato firmato il Decreto Direttoriale n. 324 del 29 luglio 2022 con cui il MIMS disciplina le modalità di erogazione delle risorse finanziarie destinate a mitigare gli effetti economici derivanti dagli aumenti eccezionali dei prezzi dei carburanti in relazione ai maggiori oneri sostenuti dalle imprese di settore dell’autotrasporto di merci per conto terzi, in relazione al consumo di gasolio riferito al primo trimestre del 2022. Il decreto direttoriale, che viene pubblicato nelle more della registrazione da parte dei competenti organi di controllo, consente alle imprese di autotrasporto destinatarie della misura di poter raccogliere i dati necessari per la predisposizione dell’istanza che dovrà essere presentata attraverso apposita piattaforma per l’ottenimento del credito di imposta. I modelli allegati, una volta compilati secondo le indicazioni del decreto, dovranno essere salvati con estensione .CSV per l’inserimento nella piattaforma.

Confartigianato Trasporti e Servizi offre agli autotrasportatori soci il servizio di assistenza per la compilazione della domanda per il credito di imposta del 28% sul primo trimestre 2022, anche nel periodo feriale e nei giorni a ridosso e immediatamente successivi a Ferragosto. Per accedere al servizio è necessario compilare il form al link https://smart.mycts.it/it/richiesta-bonus-gasolio/ al fine di predisporre la domanda per il credito di imposta. E’ necessario porre la massima attenzione affinché i dati inseriti siano corretti.

Il “decreto Aiuti” ha previsto la destinazione di un fondo di circa 500 milioni di euro per compensare gli effetti dei maggiori costi sostenuti dalle imprese di autotrasporto. Con il decreto direttoriale vengono dettate le modalità attuative e le procedure operative per la fruizione del credito d’imposta pari al 28% della spesa sostenuta nel primo trimestre 2022 (01 gennaio – 31 marzo), per l’acquisto di gasolio impiegato dagli autotrasportatori merci c/t in veicoli di massa complessiva pari o superiore a 7,5 tonnellate e di categoria euro 5 o superiore.

Occorrerà compilare una scheda per la raccolta dei dati anagrafici aziendali e dei codici delle fatture di acquisto del gasolio relative al primo trimestre dell’anno 2022. Successivamente andrà presentata la domanda per accedere all’agevolazione attraverso un’apposita piattaforma predisposta dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il credito d’imposta potrà essere utilizzato, decorsi 10 giorni dalla trasmissione dei dati alla piattaforma, esclusivamente in compensazione unicamente mediante presentazione del modello F24 attraverso i servizi telematici messi a disposizione dell’Agenzia delle Entrate.

Confartigianato Trasporti Servizi – CTS – rende disponibile il servizio di assistenza per tutta la fase istruttoria e la presentazione delle domande attraverso la piattaforma di Agenzia Dogane e Monopoli. Info 345 6841526  bonusgasolio@trasportiservizi.it

 

 

 

 

Share.

Comments are closed.