Denuncia annuale MUD 2018: è arrivata la scadenza

0

Confartigianato imprese di Viterbo ricorda che entro il 30 Aprile 2018, come tutti gli anni, ricorre l’obbligo di presentazione della “Dichiarazione Unica Ambientale” (MUD), alla quale sono tenuti:

– le imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
– le imprese ed enti che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi;
– le imprese ed enti che effettuano a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti;
– i commercianti e gli intermediari di rifiuti senza detenzione;
– chi effettua operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti.

L’Area Ambiente e Sicurezza di Confartigianato invita le imprese interessate a contattare il proprio Ufficio (telefonando al numero 0761.337912/42 o inviando una mail all’indirizzo elisa.migliorelli@confartigianato.vt.it) per ricevere maggiori informazioni o per richiedere un preventivo per la compilazione e l’invio del MUD 2018 – Anno di Riferimento 2017.

Inoltre, si ricorda che per la compilazione sono necessari:
– il registro di carico/scarico dei rifiuti speciali dell’unità locale dichiarante aggiornato e riportante tutti i dati al 31/12/2017;
– la giacenza rifiuti speciali presso l’azienda al 31/12/2017;
– I formulari di identificazione dei rifiuti – F.I.R. del 2017 (“prima” e “quarta” copia) dell’unità locale dichiarante e, se presenti, anche i formulari del 2018;
– Il numero d’iscrizione al registro imprese – REA (visura CCIAA aggiornata);
– il numero medio degli addetti che hanno operato al 31/12/2017 nell’unità locale dichiarante, con qualsiasi forma contrattuale e a qualsiasi titolo;
– il numero dei mesi dell’anno 2017 in cui l’impresa ha operato;
– Copia dichiarazione anno precedente;
– Nuovo codice Istat della propria attività – CODICE ATECO 2007;
– Copia di un documento d’identità in corso di validità del Titolare D’Impresa/Legale Rappresentante;

Il servizio comprenderà l’estrapolazione dei dati dai registri di carico e scarico e dai formulari di identificazione dei rifiuti relativi all’anno 2017, la predisposizione e la presentazione di un modello unico di dichiarazione ambientale (MUD 2018) alla Camera di Commercio, Industria ed Artigianato e Agricoltura (CCIAA) competente per territorio, sulla base dei dati che verranno raccolti.

Confartigianato imprese di Viterbo informa che, oltre ad essere strutturata per la compilazione e la presentazione in via telematica delle denunce annuali del MUD per produttori, trasportatori, gestori ed intermediari di rifiuti, è un’organizzazione autorizzata per la tenuta annuale dei registri di carico/scarico.
A tal riguardo si vuole ricordare che i soggetti che rientrano nell’art.190 comma 4 del D.Lgs. 152/06 e s.m.i., ovvero le imprese che la cui produzione annua di rifiuti non eccede le dieci tonnellate di rifiuti non pericolosi e le due tonnellate di rifiuti pericolosi possono adempiere all’obbligo della tenuta dei registri di carico e scarico dei rifiuti anche tramite le organizzazioni di categoria interessate o loro società di servizi che provvedono ad annotare i dati previsti con cadenza mensile, mantenendo presso la sede dell’impresa copia dei dati trasmessi.

Share.

Comments are closed.